Ramón Lucas Lucas

Clicking Here Antropologia filosofica e Bioetica

Home PUBBLICAZIONI Libri L'uomo spirito incarnato

Font Size

SCREEN

Layout

Menu Style

Cpanel

L'uomo spirito incarnato

navigate to this web-site blog uomo2

 
 

 
http://www.paperiandco.com/mikidis/10386 Ramón Lucas Lucas, L'uomo spirito incarnato (Compendio di filosofia dell'uomo). Cinisello Balsamo (MI); San Paolo, 2007(3ed.) pp. 368
 

click to find out more buscar mujeres solteras en las vegas Sommario

sites Il volume che porta come sottotitolo Compendio di filosofia dell'uomo ed appartiene ad una collana que intende portare il lettore ad abracciare ampi settori dello scibile per la via più breve, quella appunto del compendio. Frutto di esperienza didattica, esso ha una finalità prevalentemente pedagogica. Per questo motivo, piutosto che un trattato specialistico, vuol essere un "compendio" di facile lettura e chiaro. Su ogni capitolo si potrebbero scrivere ancora interi volumi: qui si è cercato di presentare gli elementi più importanti dai quali risulta una visione dell'uomo coerente e ben fondata.
Nel fare un testo di filosofia dell'uomo si possono seguire diversi approcci. Un primo tipo di filosofia dell'uomo potrebbe avere come tema la res cogitans. Si considera l'uomo anzitutto come un essere oggettivo-naturale que emerge però dalla natura mediante la razionalità. C'è un secondo tipo di filosofia dell'uomo che potremmo chiamarlo filosofia dello spirito incarnato. L'uomo è considerato anzitutto soggetto personale, cosciente di sé e della sua esistenza incarnata. Questo secondo approccio privilegia l'aspetto esistenziale e personalistico, ed insiste sul tema del essere-nel-mondo attraverso un corpo. I due tipi di filosofia dell'uomo hanno ciascuno i propri valori e difetti. In questo libro si è fatto una scelta a favore del secondo, privilegiando il dramma esistenziale dello spirito umano.
Il dramma esistenziale dello spirito incarnato è determinante per il metodo da seguire nella filosofia dell'uomo. Lo spirito incarnato che deve esprimere e realizzare la propria esistenza umana attraverso molteplici atti spazio-temporali, non può comprendere direttamente il proprio essere se non mediantizzato dai propri atti. Il metodo da seguire sarà perciò un metodo di riflessione critica sui propri atti per cogliere il loro significato ed il significato dell'essere che li produce.
"Nova erigere, vetera conservare". Sotto le parvenze di uno schema "classico" si è voluto integrare il grande dinamismo dell'antropologia contemporanea. Il linguaggio e l'approccio esistenziale offrono la chiave per il dialogo con pensatori "non-classici"; altrimenti i pregiudizzi linguistici e concettuali precluderebbero qualsiasi rapporto.
Dopo aver individuato, nella prima parte, l'origine ed evoluzione della vita ed il ruolo delle attività psichiche (conoscenza sensitiva, conoscenza intellettivo-razionale; appetiti e tendenze sensitive, volontà, libertà e amore; emozioni e sentimenti), si mette a fuoco, nella seconda parte, il significato della corporeità, della storicità e dell'intersoggettività. La terza parte, che ha come titolo "l'uomo come persona", affronta interrogativi quali: Perché l'uomo ha un valore e una dignità pressoché infinita? Perché è un essere spirituale? L'embrione umano è persona umana? Quale è il significato della morte umana, e quelle è il destino dell'uomo oltre la morte?
Il libro è corredato di schemi riassuntivi alla fine di ogni capitolo, e di un glossario-riepilogo collocato alla fine del libro stesso. La finalità del glossario è convogliare l'attenzione del lettore verso i termini-chiave, nata dalla convinzione che per comprendere un tema è indispensabile iniziare dalla comprensione dei concetti essenziali.

rencontre affaire